nerononpercaso | nero non per caso | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
nerononpercaso 
Hasta la vista antifascista....
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  HOME
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | Cronaca | Politica | Presenti! | Musica | Cazzi miei | Manifesti | Area Cazzeggio | Economia | Notizie varie | Maestri di Vita | Video | la mappa degli inceneritori | pillole ideologiche | Iniziative | Anniversari | Comunicati |
 
Area Cazzeggio
1visite.

15 settembre 2008

Intervista a Gianluca Iannone

 

Eccoci qui. Iannone, sei un fascista?
Mi ritengo un fascista del terzo millennio.

Che cosa fai nella vita?
Libraio.

Sei ricco?
No.

Hai dei precedenti penali?
No.

Casa Pound è un covo di fascisti-neosquadristi?
Covo mi sà di un posto buio, umido, nascosto.
Casapound è una fabbrica di idee, un magazzino di sogni, un posto di uomini e donne liberi, differenziati non conformi.
E' la nostra alcazar.
CASAPOUND è un'idea e come è noto le idee rispecchiano la luce.
Casapound agisce alla luce del sole, perchè è circondata dal mare del nostro credo...
E' la nostra tortuga.

Tra colleghi vi chiamate "camerata"?
Tra colleghi? mica siamo stipendiati!
Per noi l'amicizia ha un valore diverso rispetto a quello comune.
Per noi un amico vero è un camerata.
Camerata, che vuol dire fratello nella battaglia, è un termine serio.

Perché girate con i Ray-Ban anche di notte?
Per individuare meglio gli idioti che poi ci fanno questa domanda.

Hai partecipato anche tu al mitologico assalto alla "bolla" del Grande
Fratello 8?

Sono stato tra gli ideatori e ovviamente ero presente.

Lazio o Roma?
Roma ovviamente.
Fu fondata nel 1927 per volontà di Sua Eccellenza Benito Mussolini.

Mario Balottelli è un calciatore italiano di origine ghanese. Pochi giorni fa ha vestito la maglia della Nazionale Under 21. La cosa ti disturba?

Non mi disturba.
Credo semplicemente che sia una cosa ridicola.

Come suoneria del cellulare hai sempre la vecchia sigla di Novantesimo minuto?
No, ho messo libertango di astor piazzolla perchè è la mia canzone/musica preferita

Ti sei mai fatto una canna?
Non mi pare.

E la cocaina?
No.

Passiamo alla tua attività politica. Alle elezioni politiche eri candidato per La Destra. Come è andata?
E' andata benissimo, non mi hanno eletto.

Che differenza c'è tra Fiamma Tricolore e Forza Nuova?
Non mi interessa.

Perché ti hanno espulso dalla Fiamma Tricolore?
Perchè chiedevo quello che tutti volevano ovvero il congresso nazionale
e perchè volevamo un partito serio d'opposizione nazionale contro i 2 blocchi.

L'accusa era aver "operato in termini antistatutari". Che vuol dire?
Perchè abbiamo occupato in modo simbolico la segreteria nazionale per chiedere il congresso visto che c'era un muro di gomma permanente che non permetteva l'attuazione dello stesso.

Chi è Gianfranco Fini?
Un arrampicatore sociale dal cinismo cosmico

E Gianni Alemanno?
Quello che ha preso a calci nel culo rutelli e la mafia della sinistra buttandoli fuori dal comune di roma.

Francesco Storace e Buontempo?
No comment.

Il sindaco di Roma sostiene che Fini sbaglia a definire il fascimo
"male assoluto". La Russa litiga con Napolitano sui morti di Salò. Che
ne dici?

Dico che dopo 60 anni ancora non è possibile riconoscere l'indubbio valore storico, culturale e politico del fascismo, le sue grandi opere le sue importanti conquiste e la sua giustizia sociale.
Troppi interessi, troppo miopismo troppe trame ancora in piedi.
Povera patria.

Alessandra Mussolini (o, se preferisci, signora Floriani…) vi ha usato
più o meno come si fa con un taxi. Prima vi ha chiesto aiuto e ora è
passata armi e bagagli con Berlusconi. O sbaglio?

A noi la signora floriani non c'ha mai neanche visto in cartolina, credo che lei stia sbagliando situazioni.

Che cosa pensi di Berlusconi?
Mi sta simpatico.

Su YouTube ho trovato due interviste: nella prima definisci Daniela
Santanchè una "combattente" e la ricopri di elogi. Nella seconda
(qualche mese dopo) sostieni che "è un incubo, simbolo di una politica
decadente". Alla fine ti sei messo d'accordo con te stesso?

Mettermi d'accordo con me stesso?
E perchè mai?
E' bello avere un kaos danzante dentro di sè...

Qual è il miglior ministro del governo Berlusconi? E il peggiore?
Il migliore tremonti.
La peggiore la gelmini.

A sinistra ti fanno tutti schifo?
Assolutamente no.
ammiro molte intelligenze a sinistra, uno dei miei eroi è Nicola Bombacci che era comunista e camicia nera e fu assassinato a piazzale loreto insieme agli altri.
Diciamo che solo chi sventola la bandiera dell'antifascismo provoca in me un profondo disgusto.
lLignoranza è una brutta bestia.

I tuoi riferimenti culturali sono sempre Evola, Marinetti, D'Annunzio
e allegra compagnia?

Certo. Allegrissima compagnia.

Sei antisemita?
Mai stato.

Nel libro "La fiamma e la celtica" di Nicola Rao tu dici che "Al
Quaeda e Bin Laden sono un bluff". Credi in un Grande Complotto
Mondiale Sionista, Massone e magari pure Omosessuale?

Ma è un'intervista politica o nouvelle cabaret?
Vede, mi è stato insegnato ad avere l'abitudine a chiedere, a cercare a non dare mai nulla per scontato.
Esistono filmati su filmati, analisi fatte da esperti del settore e testimonianze che dicono che:
-gli aerei non erano aerei ma missili
-che nessun aereo precipitò sul pentagono
-che i palazzi furono acquistati poco prima e assicurati contro atti terroristici
-che gli attentatori non sono mai esistiti.
Adesso, un uomo libero ha il diritto o no di chiedere la verità?
Io non sò chi sia stato a provocare la tragedia dell'11 settembre, non sono un investigatore privato o un uomo della cia, quello che sò è che intere nazioni sono state bombardate a tappeto subito dopo facendo ben più morti e riducendo in schiavitù migliaia di uomini e donne per oleodotti, petrolio e potere. E questo a me non piace.

Meglio Obama o McCain?
Due facce dello stesso dollaro.

Le camere a gas sono esistite?
Sono esistite. Come sono esistiti i bombardamenti a tappeto, a guerra finita, sulla popolazione civile a dresda e su tante altre centinaia di città, come è esistito lo sterminio sistematico degli indiani d'america, degli armeni,dei tibetani, dei curdi o dei karen, come è esistita la bomba atomica su hiroshima e nagasaki come è esistita una guerra di 12 anni in afghanistan come tante cose brutte sono esistite ma non se ne parla mai.

Hitler era uno statista?
Era un rivoluzionario.

Nel tuo mondo ideale sono contemplate le "normali" libertà individuali?
Cosa intendi per normali libertà individuali? Intendi il riconoscimento di una coppia gay? sono favorevole non vedo dove sia il problema.
Intendi l'adozione di bambini da parte di una coppia gay?
Non è nè normale nè individuale ed io sono fortemente contrario.

In rete ho trovato una tua dichiarazione: "Rimuoviamo un falso
storico: l'Italia non è stata liberata dalla Resistenza". Stavi
scherzando o eri ubriaco?

Ora non ricordo se ero lucido o ubriaco.
Vede, i romani, che non sbagliavano mai, dicevano "in vino veritas", nel vino c'è la verità.
I nostri nobili predecessori individuarono quindi nel nettare della terra una sorta di siero della verità che faceva perdere i freni inibitori e faceva uscire la vera forma del carattere dell'individuo sottoposto a questo test naturale...
in questo momento -ad esempio- sono lucido e sottoscrivo quella frase che dissi, bevendo potrei anche andare oltre.
Potrei magari dire che la "liberazione" avvenne grazie al benefattore Lucky Luciano, o potrei parlare dell' "atto eroico" della bomba di via rasella, potrei narrarvi storie raccapriccianti -purtroppo accadute- dove gente di malaffare per 30 denari, durante la notte -violando il coprifuoco- accendeva le luci della propria abitazione per far vedere ai bombardieri "alleati" la posizione del proprio paese in modo da bombardare con più tranquillità.
Potrei parlare delle morti avvenute dopo la guerra per arraffarsi un pezzo di terra confinante, potrei raccontarvi a memoria libri come "La Pelle" di curzio malaparte per far capire meglio "chi ha fatto cosa" e "chi ha fatto altro", potrei, preso dai fumi dell'alcool, parlarle per ore di chi erano i resistenti, e di quello che successe a porzus o a trieste, e potrei anche fare dei paragoni con la storia ancora più recente portando sullo stesso livello la vostra gloriosa resistenza a quella dell'uck nel kossovo.
Ma adesso sono lucido e non ne ho voglia e poi non vorrei rovinarle il sonno o l'appetito.

Meglio l'Msi o Terza Posizione?
Una parte buona nel msi c'era. E c'era anche in tp.

Chi è oggi l'erede di Mussolini?
Purtroppo non ne vedo.

Come ti poni di fronte all'omosessualità?
Per me non è un problema, quindi non mi pongo proprio.

La violenza politica va sempre condannata oppure – come dice qualcuno – "nel dubbio è meglio menare"?
Qualcuno dice "nel dubbio mena" e ha ragione da vendere.
La violenza politica la gente come lei la condanna solo quando viene da una parte specifica, la nostra.
Quindi cosa dovrei risponderle?

Iannone, siamo alla fine. Che cosa vuoi fare da grande?
I grandi sono noiosi, corrotti, arresi...per tutelare il loro potere- grande o piccolo che sia- sono disposti a qualsiasi cosa.
Creano guerre, stragi, depistaggi...non fanno un passo senza la burocrazia sono vittime e carnefici del loro stesso ego, del loro arrivare in alto quando in realtà sono fermi come macigni.
Perchè mai dovremmo crescere?
Preferiamo mantenerci belli, curiosi e intelligenti.
Preferiamo restare un inno alla vita, grazie.
Avremo 17 anni per tutta la vita, non matureremo mai. Non cresceremo mai.
E soprattutto non saremo mai come voi. Ecco perchè ci odiate.

http://pornopolitica.wordpress.com/


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gianluca iannone casapound fascismo

permalink | inviato da Brigatista Nero il 15/9/2008 alle 17:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 giugno 2008

Stasera c'è Italia-Francia

DAJE AZZURRI


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. europei italia francia

permalink | inviato da nerononpercaso il 17/6/2008 alle 6:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

13 maggio 2008

Non ci posso credere...

sono emo al 27%

sono sconvolto...un mio amico mi manda un link via e-mail tanto per ridere e scopro di essere emo al 27%

ma voi vi chiederete...chi cazzo sono sti emo?


subumani come questo.




per saperne di più CLICCATE QUI.

se volete farvi 4 risate CLICCATE QUI.

io intanto cerco di capire da dove salta fuori questo sconvolgente 27%

SCOPRI PURE TU QUANTO SEI EMO 





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emo

permalink | inviato da nerononpercaso il 13/5/2008 alle 21:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 maggio 2008

INTER MERDA

 Kakà e Inzaghi, i «castigatori» dell'Inter (Ap)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. milan inter calcio serie a

permalink | inviato da nerononpercaso il 5/5/2008 alle 6:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

16 aprile 2008

RIDICOLI SUBUMANI

 



Poveri drogati, ridicoli davvero! Cori da anni di piombo e facce da tossici...e questi sarebbero i comunisti italiani? Adesso capisco perchè Baffone Stalin i comunisti italiani li seccava come mosche  :lol

La parte più tragica è il coro: "con gli immigrati solidarietà, fuori i fascisti dalle città!"
Così non fanno altro che allontarsi dai bisogni della gente e le elezioni hanno dimostrato questo.....a furia di difendere immigrati, trans, deviati, drogati, zingari, nullafacenti e altri subumani ora stanno sul cazzo anche anche a tutta quella gente che ha sempre votato PCI.

Peccato che non abbiano cercato lo scontro così potevano tornarsene a casa con qualche cintata dietro le orecchie :-0008n



SIAMO PASSATI E PASSEREMO!:K

14 aprile 2008

Il Capo è ovunque...

 Dall'informatore Vigevanese del 14/04/2008




E sui muri spunta il candidato che non c'è


Nelle campagne elettorali ne abbiamo viste davvero di tutte i colori e, parafrasando Blade Runner, gli elettori di Vigevano, Mortara e altri centi della Lomellina potranno dire "abbiamo visto candidati che voi umani non potreste immaginare". Gia, perchè sui nostri muri è comparso pure il manifesto di un candidato che non c'è. E' Gianluca Iannone, che con la sua lucida pelata e barba e baffi da monaco, chiede un voto per La Destra-Fiamma Tricolore di Daniela Santanchè. Solo che nelle liste per la Camera della nostra circoscrizione (Lombardia III) non c'è nessun Iannone. E così pure per il collegio senatoriale lombardo. Allora da dove spunta questo candidato fantasma (che per fortuna nessuno potrà votare, non essendo previste preferenze in questa legge elettorale)? Siamo entrati nel suo sito web, anch'esso pubblicizzato sul manifesto, ma niente, nessuna indicazione. Si dice solo che Gianluca Iannone è un candidato alla Camera dei deputati. Spulciando i motori di ricerca, finalmente la rivelazone: Gianluca Iannone esiste davvero, è un rappresentante della Fiamma Tricolore, fà il musicista, è il leader di una banda che si chiama ZetaZeroAlfa, possiede pure una casa discografica dal invitante nome di Rupe Tarpea. Anima anche un centro sociale, di quelli di destra, ovviamente. Per queste elezioni ha deciso di buttarsi in politica e si è candidato, sì: ma al collegio Campania I. Come siano arrivati fin qua i suoi manifesti è davvero un mistero
.   



GrinGrinGrinGrinGrinGrinGrin






12 aprile 2008

VOTA L'INNO PIU' IDIOTA

 POPOLO DELLA LIBERTA'



PARTITO DEMOCRATICO




Allora, va bene tutto, ma cantare l'inno del PDL davanti all'EUR è un pugno sui coglioni.

CHE SCHIFO!

12 aprile 2008

DOMANI SI VOTA...

...QUINDI NON FATE GLI STRONZI E VOTATE LA SQUADRA DEL CUORE :D:D:D




img408/4448/squadrafiammaoe8.jpg

















img150/8531/immigrazione3nc6.jpg

img247/6582/lavori2wf1.jpg

12 aprile 2008

Gianluca Iannone racconta la sua campagna elettorale[da VivaMafarka]

da VivaMafarka.com



sono stato circa un'ora a spiegare ad un mio amico pugile come si vota qui a roma.
il soggetto è quello che noi chiamiamo "un bel tamburo".
(tale espressione colorita sta a indicare una persona dalle non facili facoltà di comprensione...)


"come devo fa per votare?"
"allora a roma si vota su 5 schede.
sulla scheda blu barra il simbolo e scrivi DAVENIA, su quella grigia barra il simbolo e scrivi il nome del candidato del tuo municipio.su tutte le altre barra solo il simbolo.chiaro?"
"ma per votare a te come devo fare?"
"devi barrare solo il simbolo"
"su quale?"
" su una delle altre che ti frega! mica fai il voto disgiunto..."
"che è il voto disgiunto?"
"lascia perde, per votare me barri il simbolo sulla scheda rosa."
"rosa?"
"si su quella rosa"
"...e il nome lo devo scrivere?"
"no non lo devi scrivere...barra solo il simbolo e mi hai votato."
"e per il comune?"
"il comune è la scheda blu.barri il simbolo e scrivi DAVENIA"
"e al municipio?"
"che municipio sei?"
"primo"
"bene barri il simbolo e scrivi DISTEFANO"
"ma di che colore è la scheda?"
"grigia, la scheda è quella grigia"
"ah ho capito...senti ma per votà manolo come devo fà?"
"manolo non lo puoi votare perchè sta alla provincia e non è il tuo colleggio"
"senti io c'ho paura de impicciame cò ste cose..."
"guarda è facile, l'importante e che non sopvrapponi le schede altrimenti quando segni la prima, annulli l'altre per via del materiale della carta."
"oddio, che vuol dì?"
"niente non vuol dì niente.quando ti danno le schede, parti da quella blu
la compili, la richiudi e la metti via.e poi vai avanti così.una alla volta.
non te poi sbaglià!
prima la blu che c'ha la preferenza.
poi la grigia, che c'ha la preferenza e poi tutte le altre."
"e per il sindaco?"
"va automaticamente, non ti preoccupà."
"gianlù te posso di una cosa...?"
"dimmi che cosa c'è che non ti è chiaro?"
"no m'è abbastanza chiaro è che..."
" è che?"
"gianlù io sò daltonico."
--------------------------------------------------


ore 4-00 del mattino.
roma è deserta.
io e pandoro in macchina. e basta.
c'è solo la nostra macchina di ritorno da Firenze...becchiamo un semaforo rosso.siamo stanchi morti.
non c'è nessuno per la strada...

"a Pandò passa che non lo vedi che la città è deserta?"
"c'hai ragione, vado..."

appena passiamo - dal nulla - compare una volante.
e ci saluta:"accostate!"

incredibile...

i 2 poliziotti scendono.
uno va al finestrino di pandoro.
l'altro viene al mio...
"documenti?"
"guardi non ce l'ho, le dò le mie generalità"
"mi segua alla volante"

nel momento in cui scendo dall'automobile, anche pandoro scende.
l'altro poliziotto ha la sua patente in mano.
guarda il documento, poi guarda me e poi riguarda pandoro.
"mi scusi" mi fà
mi giro e gli dico "mi dica?"
"ma lei è il papà?"

resto di stucco.
vabbè che sò vestito in giacca e cravatta ma cazzo!
come se fa a scambiamme per il padre de pandoro!
siamo coetanei cristo!

"basta, non te le dò più le generalità!"
risalgo in macchina
e penso che forse nel mio look c'è qualcosa che non và...
--------------------------------------------------------------------------



cena elettorale in piedi in una villa della roma bene.
quasi ore 20.
mentre io entro, il prode pandoro va a parcheggiare l'automobile.
poso il soprabito e il padrone di casa mi presenta
a tutti gli altri invitati.
sono tutti cordiali e sorridenti.
è una strana  situazione, di quelle che si sviluppano lentamente sempre a metà strada tra imbarazzo e tensione...
la casa è molto bella.
al piano terra, dove stiamo, c'è una bella porta a vetri che apre su un giardino con piscina e noi siamo entrati da lì.
ci sono anche gli altri miei fratelli e anche loro sono candidati e anche loro sono vestiti bene.
sembra una riunione della mafia italo americana.
sorrisi e strette di mano.

improvvisamente un botto alle mie spalle.
SBAMMMMM
la sala è immobile.
tutti guardano alle mie spalle.
nessuno muove un dito.
credo  sia caduto un  cameriere sul tavolo,
 o  qualche signore abbia avuto un malore sbattendo la testa sul tavolino di cristallo...
insomma in 1 secondo la mia immaginazione  galoppa.
ho paura a girarmi...
e allora mi giro di scatto.
e cosa vedo?

vedo la faccia di pandoro schiacciata sul vetro della porta finestra...
era troppo pulita
e non aveva visto il vetro.
e anche dopo la botta non accettava l'idea che là ci fosse una porta...

si stacca.
ha un bozzo rosso fuoco sulla fronte.
il vetro ha l'impronta della sua fronte.
"del ghiaccio presto!!!" urla qualcuno.

la santa teppa, vestita a festa, scoppia   in una risata da osteria.
-------------------------------------------------------------------



i camerati di Napoli organizzano una festa per le nostre candidature.
locale molto bello e tannte persone simpatiche.

io e altri candidati siamo fuori a fumare una sigaretta e a parlare
del più e del meno.
da 20 metri vedo arrivare un uomo con la camminata strana.
è mezzo zoppo.
si avvicina a noi.
ha i capelli tinti.
sarà sulla 60ina.
ha una dentiera da competizione e ha un paio d'occhiali fondo di bottiglia, credo che in realtà sia ceco ma continui a metterli per puro vezzo...
possiede un' orribile camicia con una cravatta da usuraio.
arriva e mi fà:
"tu sei quello brutto dei manifesti?"
-----------------------------------------------


prima notte in albergo a napoli.

"pandò ma te russi?"
"non tanto e poi dipende dai momenti...in generale no.!"
"pandò non russà che me fai sbroccà, c'ho bisogno de riposo."
"vabbè facciamo così: prendiamo un film su sky.
aspetto che ti addormenti te così poi mi addormento io."
"va bene...che film ce stà?"
"prendiamo epic movie, fa ride e una cazzata americana, niente de che ma è l'unico che inizia adesso..."
"vabbè prendilo"

parte il film e, vi giuro, dopo 10 minuti 10
parte pandoro a russare.
ma non è un russare normale.
ha qualcosa di satanico il suo russare.
sembra un'invocazione degli inferi, qualcosa di terribilmente arcano...
non sò come spiegarlo...
è a metà strada tra un grizzly ferito a morte e una jeep gialla che tenta di uscire  dal fango di una foresta pluviale.

vado a svergliarlo
"a pandò ma che fai t'addormenti? guarda che stai a russà!"
"ma che oh? stò svejo, sto svejo..."
ritorno nel mio letto e vi giuro riparte.
peggio di prima.
pare abbia preso la rincorsa.
"aooooooooooooo!" strillo dal mio letto
e lui
"che c'è?"
" come che c'è? hai finito de magnatte sto ragazzino?"
" quale ragazzino?"
"hai finito de russa'?"
silenzio----------------
e riprende a russà.
insomma tutta la notte così.
decido di alzarmi e di rimettermi a dormire un paio de ore la mattina quando
l'idrovora avrà finito il suo lavoro.

sto al computer portatile che mi ero portato
sono le 7 30 e suona la sveglia.
e lui appena si alza mi fà
"già in piedi Già? hai dormito bene?"
--------------------------------------------



seconda notte a napoli

questa volta c'è pure mecojons con noi.
la stanza ha 3 letti.

"pandò stanotte vedi di regolarti..."
"si tranquillo, ieri è perchè ero stanco."
"vabbè riproviamo con la tecnica del film."
"ok.che prendo?"
"fai te basta che mi fai dormire..."

sceglie un film.
lo fa partire e in 5 minuti iniza a russare.
mecojons si gira verso di me con lo sguardo spaventato e fà
"machedavero?"
e io : "da vero si.
daje un calcio, svejalo.fai qualcosa..."

al russare di pandorzo si aggiunge un altro rumore
una sorta di tactactactac
non riesco a capì che cosa è...
accendo la luce e vedo una cosa mostruosa.
pandoro nel sonno, dopo che lo abbiamo svegliato una ventina di volte (giuro)
ha inserito pure il broxismo.
ovvero il digrignare i denti mentre dorme.
quindi nella pausa tra un ronfo possente e l'akltro ha aggiunto il tactactactac
un metronomo impeccabile, direi.

mecojons è immobile nel suo letto con un cappellone di lana.

ho capito come andrà anche questa notte.
--------------------------------------------------------------



terza notte a napoli.
stesso albergo, stessa stanza.

TOC TOC
"chi è?" dico io
" a gianlù sò pandoro"!
"dimmi?"
"come dimmi? fammi entrà che devo dormì qua!"
"ah sì e chi cazzo te l'ha detto che devi dormì qua?"
"e dove dormo?"
"dove capita...ci vediamo domani mattina e mi raccom,ando:puntuale."

i camerati di rieti presenti anche loro nell'albergo impietositisi  l'hanno poi accolto nella loro stanza.
maledetto buonismo strisciante.
-------------------------------------------------------



con pandoro in 23 giorni abbiamo bruciato 27.000 km.

è stata una campagna elettorale senza precedenti, almeno per quanto mi riguarda.
abbiamo dato tutti, tutto il possibile che c'era da dare.

dobbiamo aspettare e vedere il risultato, in base al quale articoleremo il nostro nuovo percorso e vedremo il da farsi.
certo è
che sono orgoglioso di tutti voi e di tutto quello che avete fatto
e di COME lo avete fatto.
avere amici e  camerati così ripaga da tutte le amarezze e i sacrifici di questo periodo massacrante.

ringrazio pure tutti quelli che mi hanno invitato in giro per l'Italia e che non ho potuto raggiungere per appuntamenti precedentemente presi...sarà per la prossima volta.

a chi mi chiede sondaggi o previsioni dico
"comunque vada sarà un successo"

In questo periodo ho riflettuto molto e credo che quanto prima
sarà necessaria una riunione nazionale di cp.
sono convinto che  avremo tutti un gran bel da fare, a prescindere dal riscontro elettorale.
quindi tenetevi pronti e mi raccomando come sempre
tutti carucci e tutti pettinati
che si va in guerra. Wink
----------------------------------------------------------


"a pandò ce la facciamo ad arrivare a pesaro in tempo?"
"certo che ce la facciamo..."

nello stereo della macchina suona la grande ELLA e mentre guardo il lungo mare mi addormento...

mi risveglio in mezzo alla neve a 2.000 metri d'altezza con i rammstein.
"a pandò ma ndo cazzo stamo?"
"me sà che ho sbajato strada..."

ecco signori chi è il signor pandoro.
un sabotatore.
altrochè...
-----------------------------------------



:D

12 aprile 2008

Voi siete qui...

Ho fatto un test politico ed ho capito di essere proprio NON CONFORME :D

http://www.voisietequi.it/index.html



img201/6500/voto1cy2.jpg


:-0008n


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni test elettorale

permalink | inviato da nerononpercaso il 12/4/2008 alle 1:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

31 marzo 2008

Sabato 29 marzo

 




NON SERVE AGGIUNGERE ALTRO....:-01#44

23 marzo 2008

Buona Pasqua!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pasqua

permalink | inviato da nerononpercaso il 23/3/2008 alle 0:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

12 marzo 2008

C'ho provato, ma proprio non resisto...

GRAZIE INTER!


MANCINI LASCIA GLI INDOSSATORI : Roberto Mancini lascerà l'Inter a fine stagione. "I prossimi due mesi e mezzo saranno gli ultimi alla guida dell'Inter - ha detto il tecnico nerazzurro al termine della partita con il Liverpool -. L'ho già detto ai ragazzi ed è giusto renderlo noto a tutti. E' una decisione che non dipende dalla sconfitta di stasera''.

E MORATTI LA PRENDE BENE : INTER, MORATTI FURIOSO: IPOTESI STAFFETTA?
Ecco il nuovo scenario che potrebbe profilarsi all'Inter dopo la dichiarazione choc di Mancini secondo 'Repubblica.it': Mihajlovic promosso subito numero uno senza aspettare la fine del campionato e poi dalla prossima stagione squadra affidata a Josè Mourinho. Potrebbero essere queste le contromosse decise da Massimo Moratti nel lungo vertice notturno tenuto a San Siro con i suoi collaboratori Lele Oriali e Marco Branca. Una riunione convocata d'emergenza per cercare di capire come parare il colpo dell'annuncio shock di Roberto Mancini dopo la sconfitta con il Liverpool.

IL PREMIO FINALE : PIOVONO TAPIRI ALLA PINETINA!
Le sconcertanti dichiarazioni di Roberto Mancini nel dopo partita di ieri ("A fine stagione lascio") hanno creato sgomento in casa Inter. Una dichiarazione inaspettata che ha lasciato tutti a bocca aperta. Ovviamente oggi il tecnico è a lavoro al centro sportivo de La Pinetina per dirigere l'allenamento in vista dell'impegno domenicale con il Palermo sotto gli occhi del direttore tecnico Marco Branca. Una situazione surreale quella che sta vivendo la società nerazzurra che appena tre giorni fa, in tutta serenità, ha festeggiato i suoi 100 anni di storia. All'allenamento è atteso anche il presidente Massimo Moratti, mentre i cancelli sono e resteranno chiusi per i tifosi.
'Striscia la Notizia' ha voluto, come si suol dire, mettere il dito nella piaga inviando Valerio Staffelli a consegnare un 'Tapiro d'oro' a ogni componente della squadra, nessuno escluso.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. inter champions liverpool league

permalink | inviato da nerononpercaso il 12/3/2008 alle 20:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 marzo 2008

Lotteria sociale, sostegno per Casapound Latina

 



Per prenotare il vostro biglietto basta ricaricaricare la nostra postepay
(4023 6004 3225 5307 intestato a Luca Caporilli) con 3 euri. Subito dopo inviateci una e-mail a
casapoundlatina@hotmail.it e indicate nome e città e ovviamente il numero da voi scelto.
L'estrazione avverrà martedi 25 marzo alle ore 16 in diretta su Radio Bandiera Nera nella trasmissione "Daje Littoria!".

sostenete!
Daje!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nera bandiera latina casapound littoria

permalink | inviato da nerononpercaso il 10/3/2008 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 marzo 2008

Qualcuno era fascista...

 

Qualcuno era fascista perché era nato a Littoria

Qualcuno era fascista perché il nonno lo zio il papà… anche la mamma

Qualcuno era fascista perché la Russia era un gulag, la Cina troppo vicina, e “il
sole non sorge più ad est”

Qualcuno era fascista perché si sentiva “In un mondo che non ci vuole più…”

Qualcuno era fascista perché aveva avuto un’educazione… un’educazione…
aveva avuto un’educazione?

Qualcuno era fascista perché il cinema lo esigeva, il teatro lo esigeva, la pittura
lo esigeva, la letteratura e tutta l’intellighenzia italiota esigevano… di essere
antifascisti

Qualcuno era fascista perché lo sapeva lui il perché

Qualcuno era fascista ma non lo sapeva

Qualcuno era fascista perché prima… prima… prima… era stato Ghibellino

Qualcuno era fascista perché i comunisti: “Veniamo da lontano e andiamo
lontano…” e meno male che siete solo di passaggio

Qualcuno era fascista perché “mica è vero che Almirante era un fucilatore”

Qualcuno era fascista perché Berlinguer è marchese, c’ha mezza Sardegna e
c’ha pure er coraggio de parlà’ in nome del proletariato

Qualcuno era fascista perché era ricco e gli altri… gli altri: “Aho! ma che me
frega a me degli altri: chi vo’ dio se lo prega da sé”

Qualcuno era fascista perché beveva vino e si commuoveva ricordando le
oceaniche adunate

Qualcuno era fascista perché non credeva in Dio ma, ormai: “Soltanto un Dio ci
può salvare”

Qualcuno era fascista perché “…ma che cazzo vonno ‘sti operai?”

Qualcuno era fascista perché aveva letto “L’operaio”

Qualcuno era fascista perché il padrone l’aumento di stipendio glielo aveva
promesso sulla tomba del duce

Qualcuno era fascista perché la rivoluzione oggi forse no, ma “il domani
appartiene [sicuramente] a noi”


Qualcuno era fascista perché “Dio, patria e famiglia… ostia”

Qualcuno era fascista per far rabbia al padre ex partigiano

Qualcuno era fascista perché la TV è l’occhio del Grande fratello

Qualcuno era fascista perché odiava le mode, qualcuno per principio e qualcuno
per frustrazione

Qualcuno era fascista perché “la proprietà privata è sacra…”

Qualcuno era fascista proprio perché voleva diventare proprietario

Qualcuno era fascista perché aveva scambiato il Manifesto di Verona per i Dieci
Comandamenti

Qualcuno era fascista perché era convinto che la classe operaia aveva preso un
abbaglio

Qualcuno era fascista perché: “Tutto nello Stato. Tutto per lo Stato. Nulla contro
lo Stato”


Qualcuno era fascista perché era un impiegato dello Stato

Qualcuno era fascista perché “se stava mejo quando se stava peggio…”

Qualcuno era fascista perché a furia di tapparsi il naso e votare D.C. rischiava di
soffocare

Qualcuno era fascista perché quella che chiamano democrazia è una truffa
tragica e oscena

Qualcuno era fascista perché aveva capito che gli americani confondevano la
libertà con il libero mercato

Qualcuno era fascista perché sognava l’Europa dei popoli, non delle banche

Qualcuno era fascista perché c’era il grande partito comunista

Qualcuno era fascista malgrado ci fosse il partito comunista armato

Qualcuno era fascista perché era contro… era contro… e basta

Qualcuno era fascista perché più fascista di così si muore

Qualcuno era fascista perché “Uccidere i fascisti non è reato”…e, infatti, Acca
Larenzia, i fratelli Mattei, Michele Mantakas, Paolo Di Nella, Mario Zicchieri,
Angelo Pistolesi, Sergio Ramelli… ecc... ecc...

Qualcuno... qualcuno diceva di essere fascista e invece era qualcos’altro

Qualcuno era fascista perché “Una vita felice è impossibile. Il massimo a cui un uomo può aspirare è una
vita eroica”


Qualcuno era fascista di sinistra perché quelli di destra volevano l’ordine prima di tutto e lui, invece, voleva la socializzazione

Perché sentiva la necessità di rivoltarsi contro il mondo moderno

Perché forse non voleva niente ma lo voleva con tutte le sue forze

Sì, qualcuno era fascista perché si voleva sentire al di là di se stesso. Al di là della personale fatica quotidiana ad esistere. Perché si sentiva parte di qualcosa che esisteva prima, molto prima del fascismo. E andava oltre.

Era una generazione nata con le ali bruciate che sognava di risorgere dalle proprie ceneri…

No. Niente rimpianti. Forse anche allora molti sognavano le ali solo per potersele amputare da soli… O di amputare, il che è peggio, quelle degli altri.

E ora? Anche ora si va oltre. Ma in direzioni opposte. Da una parte chi attraversa obliquo lo squallore di un potere fine a se stesso e, dall’altra, la solita araba fenice che, alla fine, si accontenta di volare solo come cenere nel vento perché non può più neanche permettersi il sogno delle sue ali.

Due miserie opposte… precipitate dalla stessa maledettissima storia.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. qualcuno era fascista

permalink | inviato da nerononpercaso il 8/3/2008 alle 1:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno       
 
 
Meteo Feltre - Servizio gratuito offerto da Meteo Webcam