nerononpercaso | nero non per caso | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
nerononpercaso 
Hasta la vista antifascista....
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  HOME
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | Cronaca | Politica | Presenti! | Musica | Cazzi miei | Manifesti | Area Cazzeggio | Economia | Notizie varie | Maestri di Vita | Video | la mappa degli inceneritori | pillole ideologiche | Iniziative | Anniversari | Comunicati |
 
"Non cercate altrove, guardate al fascismo, imparate a conoscerlo e lo amerete, studiatelo e diventerà la vostra idea. Né per voi sarà mai una catena ma un vincolo d’amore verso una creazione più grande dell’umanità. Esso sarà per voi e per tutti l’alba di un nuovo giorno." Niccolò Giani "Presto tutte le fabbriche saranno socializzate e sarà esaminato anche il problema della terra e della casa perché tutti i lavoratori devono possedere la loro terra e la loro casa…" Nicola Bombacci
1visite.

21 maggio 2008

Sorpasso neuronico

documento politico










Il documento contiene una critica di fondo alla destra radicale, ne ripercorre gli errori e i difetti cronici, mette in discussione i pregiudizi, gli equivoci e le mentalità che la conducono puntualmente in un vicolo cieco.

Quindi, facendo leva sulla concezione futur/ardita e sottolineando gli esempi positivi esistenti, che vanno capitalizzati, si passa ad un secondo livello. Viene preso in considerazione quanto di positivo si delinea nella situazione internazionale e di riflesso in quella italiana.

Continuando, si esprimono un progetto strategico e un modello organizzativo offrendo senza esitazione, e fin nei dettagli, spunti, suggerimenti, sponde e strumenti per chiunque voglia partecipare ad una trasformazione che gli consenta di passare dall'autoemarginazione ad un ruolo di avanguardia organica e realistica.

Ogni aspetto e ogni livello di un possibile sistema di forze viene considerato e trattato. Il “che fare” si sposa con il “come fare”


Per ottenerlo in pdf scaricabile potete richiederlo a ga@gabrieleadinolfi.it

1 marzo 2008

Valle Giulia

Quarant'anni fa una bellissima pagina di storia





Il 1 marzo 1968 la polizia caricò gli studenti presso la facoltà di architettura di Roma. Nel Movimento Studentesco, non ancora disgregato, si trovavano le avanguardie neofasciste: queste furono le prime e le più efficaci a fare fronte. Si scatenò un intero pomeriggio campale in cui la polizia ebbe la peggio: si videro funzionari che si arrendevano con le mani alzate! Ciò proiettò le avanguardie neofasciste ad un ruolo di prestigio non indifferente presso gli studenti. Bisogna tener conto che allora, mentre nel nord imperversavano le bandiere rosse e a sud le celtiche, a Roma, come a Torino e Perugia, l'università era occupata insieme dalle estreme studentesche. Gli schemi erano saltati e a nessuno più che agli orfani di Mussolini questo poteva piacere e giovare.

Ma non piaceva né giovava ai poteri forti, né ai settori che influenzavano e finanziavano il Msi che si allarmarono e s'indignarono. Questo indusse Almirante, due settimane più tardi, a fare una rovinosa spedizione antistudentesca alla Minerva. Essa permise al sistema di riproporre le separazioni faziose e alle nomenklature comuniste di sviare, indirizzandola in un vicolo cieco, la spinta movimentistica. Fu la fine di un sogno, il taglio dei fili in cui scorreva l'energia. Ma l'amarezza di quella mossa scellerata non può cancellare quell'immagine solare del neofascismo che per un attimo si trovò al posto giusto, al momento giusto, a fare la cosa giusta.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fascismo giulia neofascismo valle

permalink | inviato da nerononpercaso il 1/3/2008 alle 13:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno
 
 
Meteo Feltre - Servizio gratuito offerto da Meteo Webcam