nerononpercaso | nero non per caso | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
nerononpercaso 
Hasta la vista antifascista....
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  HOME
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | Cronaca | Politica | Presenti! | Musica | Cazzi miei | Manifesti | Area Cazzeggio | Economia | Notizie varie | Maestri di Vita | Video | la mappa degli inceneritori | pillole ideologiche | Iniziative | Anniversari | Comunicati |
 
"Non cercate altrove, guardate al fascismo, imparate a conoscerlo e lo amerete, studiatelo e diventerà la vostra idea. Né per voi sarà mai una catena ma un vincolo d’amore verso una creazione più grande dell’umanità. Esso sarà per voi e per tutti l’alba di un nuovo giorno." Niccolò Giani "Presto tutte le fabbriche saranno socializzate e sarà esaminato anche il problema della terra e della casa perché tutti i lavoratori devono possedere la loro terra e la loro casa…" Nicola Bombacci
1visite.

8 marzo 2008

Qualcuno era fascista...

 

Qualcuno era fascista perché era nato a Littoria

Qualcuno era fascista perché il nonno lo zio il papà… anche la mamma

Qualcuno era fascista perché la Russia era un gulag, la Cina troppo vicina, e “il
sole non sorge più ad est”

Qualcuno era fascista perché si sentiva “In un mondo che non ci vuole più…”

Qualcuno era fascista perché aveva avuto un’educazione… un’educazione…
aveva avuto un’educazione?

Qualcuno era fascista perché il cinema lo esigeva, il teatro lo esigeva, la pittura
lo esigeva, la letteratura e tutta l’intellighenzia italiota esigevano… di essere
antifascisti

Qualcuno era fascista perché lo sapeva lui il perché

Qualcuno era fascista ma non lo sapeva

Qualcuno era fascista perché prima… prima… prima… era stato Ghibellino

Qualcuno era fascista perché i comunisti: “Veniamo da lontano e andiamo
lontano…” e meno male che siete solo di passaggio

Qualcuno era fascista perché “mica è vero che Almirante era un fucilatore”

Qualcuno era fascista perché Berlinguer è marchese, c’ha mezza Sardegna e
c’ha pure er coraggio de parlà’ in nome del proletariato

Qualcuno era fascista perché era ricco e gli altri… gli altri: “Aho! ma che me
frega a me degli altri: chi vo’ dio se lo prega da sé”

Qualcuno era fascista perché beveva vino e si commuoveva ricordando le
oceaniche adunate

Qualcuno era fascista perché non credeva in Dio ma, ormai: “Soltanto un Dio ci
può salvare”

Qualcuno era fascista perché “…ma che cazzo vonno ‘sti operai?”

Qualcuno era fascista perché aveva letto “L’operaio”

Qualcuno era fascista perché il padrone l’aumento di stipendio glielo aveva
promesso sulla tomba del duce

Qualcuno era fascista perché la rivoluzione oggi forse no, ma “il domani
appartiene [sicuramente] a noi”


Qualcuno era fascista perché “Dio, patria e famiglia… ostia”

Qualcuno era fascista per far rabbia al padre ex partigiano

Qualcuno era fascista perché la TV è l’occhio del Grande fratello

Qualcuno era fascista perché odiava le mode, qualcuno per principio e qualcuno
per frustrazione

Qualcuno era fascista perché “la proprietà privata è sacra…”

Qualcuno era fascista proprio perché voleva diventare proprietario

Qualcuno era fascista perché aveva scambiato il Manifesto di Verona per i Dieci
Comandamenti

Qualcuno era fascista perché era convinto che la classe operaia aveva preso un
abbaglio

Qualcuno era fascista perché: “Tutto nello Stato. Tutto per lo Stato. Nulla contro
lo Stato”


Qualcuno era fascista perché era un impiegato dello Stato

Qualcuno era fascista perché “se stava mejo quando se stava peggio…”

Qualcuno era fascista perché a furia di tapparsi il naso e votare D.C. rischiava di
soffocare

Qualcuno era fascista perché quella che chiamano democrazia è una truffa
tragica e oscena

Qualcuno era fascista perché aveva capito che gli americani confondevano la
libertà con il libero mercato

Qualcuno era fascista perché sognava l’Europa dei popoli, non delle banche

Qualcuno era fascista perché c’era il grande partito comunista

Qualcuno era fascista malgrado ci fosse il partito comunista armato

Qualcuno era fascista perché era contro… era contro… e basta

Qualcuno era fascista perché più fascista di così si muore

Qualcuno era fascista perché “Uccidere i fascisti non è reato”…e, infatti, Acca
Larenzia, i fratelli Mattei, Michele Mantakas, Paolo Di Nella, Mario Zicchieri,
Angelo Pistolesi, Sergio Ramelli… ecc... ecc...

Qualcuno... qualcuno diceva di essere fascista e invece era qualcos’altro

Qualcuno era fascista perché “Una vita felice è impossibile. Il massimo a cui un uomo può aspirare è una
vita eroica”


Qualcuno era fascista di sinistra perché quelli di destra volevano l’ordine prima di tutto e lui, invece, voleva la socializzazione

Perché sentiva la necessità di rivoltarsi contro il mondo moderno

Perché forse non voleva niente ma lo voleva con tutte le sue forze

Sì, qualcuno era fascista perché si voleva sentire al di là di se stesso. Al di là della personale fatica quotidiana ad esistere. Perché si sentiva parte di qualcosa che esisteva prima, molto prima del fascismo. E andava oltre.

Era una generazione nata con le ali bruciate che sognava di risorgere dalle proprie ceneri…

No. Niente rimpianti. Forse anche allora molti sognavano le ali solo per potersele amputare da soli… O di amputare, il che è peggio, quelle degli altri.

E ora? Anche ora si va oltre. Ma in direzioni opposte. Da una parte chi attraversa obliquo lo squallore di un potere fine a se stesso e, dall’altra, la solita araba fenice che, alla fine, si accontenta di volare solo come cenere nel vento perché non può più neanche permettersi il sogno delle sue ali.

Due miserie opposte… precipitate dalla stessa maledettissima storia.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. qualcuno era fascista

permalink | inviato da nerononpercaso il 8/3/2008 alle 1:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile
 
 
Meteo Feltre - Servizio gratuito offerto da Meteo Webcam