nerononpercaso | nero non per caso | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
nerononpercaso 
Hasta la vista antifascista....
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  HOME
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | Cronaca | Politica | Presenti! | Musica | Cazzi miei | Manifesti | Area Cazzeggio | Economia | Notizie varie | Maestri di Vita | Video | la mappa degli inceneritori | pillole ideologiche | Iniziative | Anniversari | Comunicati |
 
"Non cercate altrove, guardate al fascismo, imparate a conoscerlo e lo amerete, studiatelo e diventerà la vostra idea. Né per voi sarà mai una catena ma un vincolo d’amore verso una creazione più grande dell’umanità. Esso sarà per voi e per tutti l’alba di un nuovo giorno." Niccolò Giani "Presto tutte le fabbriche saranno socializzate e sarà esaminato anche il problema della terra e della casa perché tutti i lavoratori devono possedere la loro terra e la loro casa…" Nicola Bombacci
1visite.

28 ottobre 2008

Il Blocco Studentesco alla testa degli studenti

Roma: perdono colpa i traditori del Sessantotto. Gli antifascisti mestamente in coda









È un corteo diviso fra testa e coda. In testa Blocco Studentesco e in coda gli studenti «antifascisti». Questi ultimi hanno avuto attimi di indecisione e, giunti in via Cavour all'altezza di via dei Serpenti, avevano deciso di modificare il percorso della loro manifestazione per dirigersi verso il ministero dell'istruzione. I rappresentanti delle diverse scuole Aristofane, Albertelli, Tasso, Virgilio ed altre avevano preso questa decisione dopo essersi consultati fra di loro. «Noi siamo studenti antifascisti - ha raccontato Valentina - non esiste un corteo apolitico e Blocco si è impossessato della manifestazione e noi vogliamo dissociarci». Nella capitale circa 5-6 mila studenti, a detta degli organizzatori, stanno manifestando in un corteo organizzato dalle scuole superiori del IV municipio della città contro la politica del governo in materia di istruzione. Al corteo, partito intorno alle ore 10 da piazza della Repubblica e arrivato in piazza Venezia, partecipano anche studenti di altri licei della capitale e qualche universitario. Durante il percorso c'è stata una spaccatura fra testa e coda. Davanti il "Blocco Studentesco" di estrema destra (che ha intonato il coro «Duce, Duce») e in coda gli studenti antifascisti. Una volta giunti in via dei Fori Imperiali i 500 studenti di sinistra (sì e no un decimo del corteo del Blocco...) sono stati convinti però dalle forze dell'ordine, che hanno sbarrato con un cordone l'accesso verso il Colosseo, a proseguire con il percorso concordato e raggiungere la testa ormai arrivata in piazza Venezia.

26 maggio 2008

Il Blocco Studentesco esce dalla Fiamma Tricolore

Il Blocco Studentesco non è più parte integrante della Fiamma Tricolore. L’espulsione di Gianluca Iannone dalla Fiamma Tricolore segna definitivamente la fine del nostro percorso insieme al partito. Il Blocco Studentesco è nato a Casapound e nell’esperienza delle occupazioni non confonrmi, trovando sempre con essa una comunanza politica e di spirito. Pertanto l’unico progetto, l’unico cammino che decidiamo di seguire, è quello di Casapound Italia, con l’auspicio di estendere a tutto il territorio nazionale, la mentalità e la voglia di lottare che sono state le colonne portanti di un’esperienza vincente.

Invitiamo pertanto chiunque a non associare più il nome del Blocco Studentesco a quello della Fiamma Tricolore.



I Responsabili nazionali: Francesco Polacchi, Gabriele Mastrodonato e Davide Di Stefano

8 maggio 2008

Signor Ministro, ci liberi dalla Resistenza!

Lettera aperta al Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini e per conoscenza all'Onorevole Marcello Dell'Utri

Signor Ministro,
salutiamo la Sua entrata in carica e guardiamo fiduciosi al Suo operato auspicando che venga rapidamente raccolto l'invito dell'Onorevole Dell'Utri a “revisionare i libri di storia ancora condizionati dalla retorica della Resistenza”. E' ora che s'inizi a ragionare con obiettività e con serietà e che si smetta d'insegnare ai giovani il rancore e l'odio. E' ora di ristabilire onestà e buona fede e di rimuovere il potere dei commissari politici sulle scuole e sull'educazione. Attendiamo fiduciosi che dimostri con i fatti che il Suo programma è realmente volto al popolo e alla libertà

Blocco Studentesco


sfoglia
settembre        febbraio
 
 
Meteo Feltre - Servizio gratuito offerto da Meteo Webcam